In questa pagina abbiamo raccolto delle indicazioni su come funzionano i nostri colloqui. Troverai anche dei consigli per prepararti nel migliore dei modi e dare il massimo il giorno del colloquio.

Perché lo facciamo? Vogliamo che tutti siano messi nelle condizioni di dare il meglio durante il colloquio. Per farlo abbiamo definito un punto di partenza comune che permetta a tutti di far emergere la propria unicità. Cominciamo.

Cultura

Prima di venire al colloquio prenditi un momento per saperne di più su Belka. Aggiungici pure su LinkedIn se vuoi farci delle domande. Specifica nell’invito che vuoi applicare o fare un colloquio da noi.

I nostri valori

Belka, prima di un'azienda, è una somma di persone. Queste persone prendono scelte tutti i giorni partendo dai loro valori. Ecco perché crediamo che sia importante condividerli. Se ti ci riconosci allora siamo già un po' più amici.

  • Persone prima di tutto
    Siamo un gruppo di professionisti che lavora in armonia. Teniamo al fatto che ognuno stia bene al lavoro e sia nelle condizioni di dare il meglio.
  • Fiducia
    Teniamo molto alla comunicazione su tutti i livelli e alla trasparenza. Ognuno sa di potersi fidare dei propri colleghi, della loro opinione e si presta a dare una mano in caso di bisogno.
  • Coraggio
    Ma non stupidità. Siamo intraprendenti, ma non prendiamo scelte guidati dalle sole emozioni.
  • Ambizione
    Vogliamo essere la migliore azienda di design al mondo. Chi entra in Belka è curioso, vuole crescere e far crescere chi ha intorno
  • Intenzionalità
    Niente accade per caso, le nostre scelte sono guidate da obiettivi chiari. Una volta definito l’obiettivo ci impegniamo a raggiungerlo per la buona riuscita del lavoro.
  • Professionalità
    Facciamo ogni giorno del nostro meglio. Sappiamo individuare i nostri punti deboli e migliorarci per farci sempre trovare preparati.
  • Resilienza
    Quando le cose non vanno nel verso giusto non ci diamo per vinti. Siamo aperti ai cambiamenti e sappiamo adattarci e riorganizzarci, soprattutto quando il mare si increspa.
  • Umiltà
    Ascoltiamo gli altri, vogliamo capire bene quello che ci stanno dicendo prima di proporre la nostra opinione e non smettiamo mai di imparare.

Colloquio con il team

In questo colloquio ti troverai davanti ai membri del team di cui potresti entrare a far parte. È un’importante occasione per te di conoscerci e per noi di capire come ti comporti nell’affrontare le sfide che ti vengono proposte.

Non ti faremo nessuna domanda rompicapo come: “Come misureresti il peso della terra?”.

Ecco alcuni esempi delle domande che potremmo farti:

  • Parlami di una situazione in cui hai dovuto affrontare un problema che aveva diverse possibili soluzioni. Qual era il problema e in che modo hai deciso quali azioni intraprendere? Qual è stato il risultato della tua scelta?
  • In quale occasione hai assunto un rischio, hai fatto un errore o hai fallito? In che modo hai reagito e come ti ha fatto crescere questa esperienza?
  • Durante la presentazione di un progetto agli stakeholders, stai ricevendo molti feedback negativi e vedi ostacolata la tua soluzione, cosa fai?
  • Descrivi una situazione in cui hai preso in mano le redini in un progetto.
  • Ti sei mai trovato a dover motivare il tuo o un altro team? Come ti sei comportato?

Ti chiediamo di rispondere facendo riferimento a situazioni recenti. Ricorda di parlare sempre in prima persona e di presentare quello che hai fatto tu e non iniziative di gruppo. Assicurati di dare una risposta completa aiutandoti con esempi e dati.

Dare delle ottime risposte

Per assicurarti di dare una risposta esauriente alle domande qui sopra puoi seguire il formato STAR, che consiste nello strutturare la risposta in quattro parti:

  1. Situazione (situation)
    Descrivi brevemente la situazione in cui ti trovavi e il ruolo da te ricoperto. Dobbiamo capire la complessità della situazione, quindi scendi nei dettagli, ma non dare informazioni non utili alla risposta.
  2. Mansione (task)
    Parlaci dell’obiettivo che dovevi raggiungere.
  3. Azioni (action)
    Che azioni hai compiuto per raggiungere l’obiettivo? Rispondi in prima persona riportando ciò che tu hai fatto. Usa il pronome “io”, non “noi”. Stiamo valutando se assumere te, non il tuo team.
  4. Risultato (result)
    Quali sono stati i risultati delle tue azioni? Non avere paura di prendere i meriti di ciò che hai fatto. Hai imparato qualcosa da questa esperienza? In che modo si è conclusa? Hai qualche considerazione? Porta soltanto fatti e non supposizioni.

Strutturare una risposta in questo modo ti assicura di dare una risposta formalmente completa. Quello che ti permetterà di distinguerti dagli altri è il contenuto della risposta.

Consigli

  • Scegli esempi che sottolineino le tue abilità, i rischi che hai corso, i tuoi successi e i fallimenti.
  • Assicurati di parlare sempre di cosa hai imparato dalle esperienze che hai fatto.
  • Non generalizzare. Presenta sempre situazioni dettagliate per ogni domanda posta e, se possibile, usa dati o misure per supportare la risposta. Ci interessa più la pratica della teoria.
  • Sii collaborativo e diretto. Non abbellire o omettere parti della storia.

Prima del colloquio

  • Preparati a spiegare cosa ti interessa del ruolo per cui ti sei candidato e del team che incontrerai.
  • Rifletti su cosa ti motiva a intraprendere una carriera in Belka e preparati a condividere questi pensieri. “Perché Belka?” è una domanda standard, ma non una formalità. Vogliamo davvero capire cosa ti ha spinto a candidarti da noi; in questo modo avremo una migliore visione di chi sei tu.
  • Allenati utilizzando il formato STAR per rispondere alle domande che trovi qui sopra.
  • Prepara delle domande per noi. Alla fine del colloquio lasciamo sempre un momento per rispondere a ciò che vorrai chiederci.

Durante il colloquio

  • Assicurati che ogni risposta abbia un inizio, un corpo e una fine.
  • Rispondi alle domande in modo conciso, ma dettagliato. Non avere paura di chiedere se la tua risposta è completa.
  • Chiedi tranquillamente dei chiarimenti se la domanda che ti viene fatta è troppo vaga. Se non ti viene dato un maggiore contesto, concentrati su come saresti in grado di risolvere il problema con le poche informazioni fornite.
  • Ricorda di farci le domande che hai preparato. Se non riusciamo a rispondere a tutte durante il colloquio lo faremo via e-mail, non vogliamo lasciarti dei dubbi su di noi.

Dopo il colloquio

Dopo il colloquio ti contatteremo per:

  • Chiederti la tua opinione su colloquio e intervistatori. Per noi è importante capire se stiamo facendo un buon lavoro.
  • Presentarti la nostra opinione sul tuo colloquio mettendo in risalto aspetti positivi e negativi
  • Presentarti i prossimi passi

Se vengo scartato/a?

Un no oggi non è un no per sempre. Ci piace pensare che le persone cambino nel tempo, quindi potrai candidarti per una posizione quante volte vuoi.